NIPPON TRIP | NIKKO

Muniti del Japan Rail Pass, saltiamo su un treno puntuale e veloce diretto a Nikko. Secondo alcuni amici e la national geographic è una meta obbligatoria per i suoi antichi templi celati all’interno di una natura rigogliosa. La cittadina è piccola e un po’ fatiscente, per salire al Tempio è necessario prendere un bus navetta che ci lascia ai piedi di un sentiero che approda al Santuario di Toshogu e al tempio Rinno-ji.

Armed with the Japan Rail Pass, we jumped on a on-time fast train to Nikko. According to some friends and the national geographic guide is an obligatory destination for its ancient temples hidden in lush vegetation. The town is small and a little ‘run-down, to ascend to the Temple you need to take a shuttle bus that leaves us at the foot of a path that arrives at the Toshogu Shrine and Rinno-ji temple.

NIPPON TRIP | NIKKO

JapanByMicheleMoricci-Nikko#6

Basta una sola giornata per visitarla ma è dfficile non rimanere a bocca aperta. Le grandi scalinate di pietra sembrano dirette verso il paradiso e il rosso vermiglio, che delinea l’architettura di questi santuari, si contrappone con forza all’azzurro del cielo e al verde delle foglie.

Il tempio Tosho-gu è un perfetto esempio di ricchezza rococò, con le sue migliaia di lamine d’oro e la rigogliosa eleganza cinese della dinastia Ming. Sono numerose la parti di legno intagliato con raffigurazioni animali e colori accesi. E’ proprio qui che le famigerate scimmiette “non vedo, non sento, non parlo” sono nate, infatti insieme al gatto dormiente abbelliscono il legno intarsiato dei Templi. Accanto al tempio sorge una pagoda di cinque piani e l’atmosfera rilassata, nonostante la mole di turisti in visita, ci fa trovare un contatto unico con la spiritualità Buddista.

Non lontano si trova il tempio Rinno-ji, altro esempio di architettura  di ispirazione cinese. Arroccato sulla montagna e alla fine di una lunga scalinata, in esso sono conservati paramenti sacri e al suo ingresso troneggiano le statue di spiriti guardiani dall’aspetto inquietante e coloratissimo.

JapanByMicheleMoricci-Nikko#9

JapanByMicheleMoricci-Nikko#14

JapanByMicheleMoricci-Nikko#5

Tornando a valle attraversiamo il ponte Shin-Kyo che costeggia il fiume Daiya. Poco più giù troviamo una locanda dove ordiniamo Sobu e verdure fredde per rinfrescarci. Ci sediamo al comune tavolo Giapponese, incrociando comodamente le gambe su ampi cuscini adagiati a terra.

Per la prima volta ascoltiamo con orrore, il tremendo risucchio che proviene dai numerosi tavoli dei nostri commensali. Sapevamo che il risucchio è indice di gradimento, tuttavia è così forte che rimaniamo divertiti.

Prossima Fermata > Osaka 

English / It takes just one day to visit but it is difficult not to gape. The large stone steps seem directed towards paradise and the red vermilion, which outlines the architecture of these shrines, contrasts strongly to the blue sky and the green of the leaves.

The temple Tosho-gu is a perfect example of rococo richness, with its thousands of gold foil and the lush elegance of the Chinese Ming dynasty. There are pieces of wood carved with representations of animals and bright colors. And it is precisely here that the notorious monkeys “don’t see, don’t hear, don’t speak” were born, in fact, along with the sleeping cat they adorn the wood of the Temples. Next to the temple is a five-levels pagoda and in the relaxed atmosphere, despite the amount of tourists visiting, we do find a single contact with Buddhist spirituality.

JapanByMicheleMoricci-Nikko#12

JapanByMicheleMoricci-Nikko#7

JapanByMicheleMoricci-Nikko#8

Not far away there is the Rinno-ji Temple, another example of Chinese-inspired architecture. Perched on the mountain and at the end of a long flight of steps, in it are preserved vestments, and at its entrance the statues of guardian spirits looking scary and colorful.

Returning downstream we crossed the Shin-Kyo bridge along the river Daiya. A little further down we find an inn where we order Sobu and cold vegetables to freshen up. We sit at the common Japanese table, crossing our legs comfortably on large cushions on the floor.

For the first time we listen with horror, the tremendous suction that comes from the numerous tables of our guests. We knew that the suction is satisfaction index, however, is so strong that we are amused.

Next Stop > Osaka

JapanByMicheleMoricci-Nikko#4

JapanByMicheleMoricci-Nikko#15

JapanByMicheleMoricci-Nikko#10

JapanByMicheleMoricci-Nikko#2

3 pensieri su “NIPPON TRIP | NIKKO

  1. Pingback: NIPPON TRIP | OSAKA | THE ART WALK | Welcome to My Sunny Days

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...