Diaries 13.01 “2013 Promises”

DiariesHeadJanuary

Il 2012 è stato intenso da molti punti di vista. Ci sono state le vittorie e anche le sconfitte.  E’ stato il solito saliscendi emozionale, mai una cosa dritta! 

Un nuovo lavoro, nuovi amici a cui è stato difficile dire “addio”,  una grande esperienza di vita assieme a Priscy in una città straniera e  alle prese con la completa indipendenza, un’estate trascorsa in fretta a ricostruire una quotidianità desueta fatta di piccoli momenti ricchi di complicità, amore e perché no, anche qualche bisticcio da innamorati.

A giro per l’Europa spensierati, perduti tra le luminose strade di Parigi, i coffee shop di Amsterdam, l’architettura irregolare di Rotterdam e l’atmosfera fiamminga di Bruge, Anversa e della nostra Bruxelles.

E’ stato difficile riabituarsi alla normalità.  Il Natale è arrivato in fretta , in versione rigorosamente economica, e poi tocca al fatidico momento di voltare pagina. Iniziare a immaginare nuove prospettive, rivalutare le opportunità e di fare delle scelte – se pur diverse dai “sogni nel cassetto“.

Anno dopo anno mi domando cosa accadrà. Mi lamento un bel po’, anche se fino ad oggi sono stato molto fortunato. Non sono mancati i viaggi, lo shopping e neanche l’amore. 

Ma attendo ancora l’occasione giusta!

2013 promesse sono abbastanza e voglio continuare a sperare che quest’anno possa essere quello giusto e intanto, faccio il conto per arrivare ai 30. Yeah! Continuate a seguire le mie avveture.

Grazie / Love / Mik

English / 2012 was intense from many points of view. There were also victories and defeats. It ‘was the usual emotional ups and downs, never one right!

A new job, new friends, so it was hard to say “goodbye”, a great experience of life with Priscy in a foreign city and struggling with complete independence, a summer spent to rebuild a daily lifestyle made ​​of small rich moments of complicity, love, and why not, some lovers’ quarrel.

Carefree around Europe, lost among the bright streets of Paris, Amsterdam coffee shops, the irregular architecture of Rotterdam and the flemish atmosphere of Bruges, Antwerp and our Brussels.

Was difficult to get used to normal, once back home. Christmas has come quickly, in strictly economic version, and then it’s up to the fateful moment to turn the page. it turned 2013. Begin to imagine new possibilities, re-evaluate the opportunities and to make choices – even if different from the “dreams”.

Year after year i have been wondering what will happen. I complain a lot ‘, although so far I have been very lucky. There were trips, shopping and even lots of love.

But still waiting for the right chance!

2013 promises are enough, and I continue to wish that this year will be the right one and in the meantime, I count to get to 30 yo. Yeah! Keep following my strange adventures.

Thanx / Love / Mik

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...