DIARIES 11.5 HAI PERSO, RITENTA sarai più fortunato.

La vita ha i suoi alti e bassi e come sempre, quando credi che i bassi abbiano appena toccato il fondo, accade qualcosa di perfino peggiore. E’ come l’acqua sul bagnato, il momento sbagliato nel posto sbagliato, come la macchina che non parte nei film horror… non si tratta dell’infame destino, nè dei piani machiavellici del fato bensì è colpa di ciò che più comunemente viene chiamata SFIGA.

Lo so, ne avevamo già parlato… vero?

Con l’arrivo della primavera, il corpo insieme alla mente si rigenerano di nuova linfa vitale, di nuove prospettive e nuove aspettative, nuovi progetti accompagnati da nuovi disastri.

Nonostante un fallimentare colloquio da PATRIZIA PEPE dove passo quasi cinquanta minuti a raccontare i c***i miei ad una sconosciuta che in teoria mi vorrebbe come braccio destro (alias facchino) per lo Stilista della linea Uomo;  e dopo il tentativo di trasformare una semplice EXHIBITION d’arte in un evento Cool a Firenze senza riuscirci, proprio nel giorno in cui – solo ogni 50 anni – si festeggia l’Unità d’Italia, e subito dopo gli ennesimi due concorsi persi matematicamente, permane la mia inossidabile voglia di arrivare oltre. Non so ancora ben dire oltre a cosa ma sono certo di voler superare la barriera che il fato a messo tra me e il mondo.

Quindi quando Priscy è partito per Bruxelles, io sono rimasto qui a riorganizzare la mente, il tempo e i soldi e a ricostruire quella durissima corazza fatta a brandelli nelle ultime settimane. Analizzo, vaglio e spendo, così mi scopro “Stronger” come Britney Spears, “Beautiful” come Christina Aguilera e “povero” come mai prima.

Benchè io non sappia dove si trovi quel briciolo di Fortuna che Dio mi aveva riservato, so invece bene dove si trovano i miei soldi. Ebben si, sono stipati, ammucchiati e impilati uno sopra o accanto all’altro dentro i mio armadio, nel portascarpe e anche sugli scaffali. Vorrei fare quasi fare uno yard-sale per svendere tutto me stesso.

Poi ascolto le parole di Aretha in “Bridge Over Troubled Water” e capisco che qualcuno là fuori sta perfino peggio. E allora prego per loro. Per noi. Per voi. E anche per me.

Torno ad ascoltare la musica e le note si fanno spazio tra i miei pensieri insieme alla quiete universale fuori dalla finestra. E’ primavera. Tiro un respiro. Vorrei mettere i miei progetti in pausa ed invece ritento….

PHOTO EXHIBITION by VIRGINIA NOCE

2 pensieri su “DIARIES 11.5 HAI PERSO, RITENTA sarai più fortunato.

  1. Come dice la Ventura non bisogna mai arrendersi. Alla fine qualcosa succede sempre. Anche se il mondo va avanti con soldi, pisellate e fortuna sono sicuro che troveremo la nostra strada usando una cosa che gli altri possono solo sognare: la nostra super G! Ahhh

  2. L’immagine di te che preghi per il mondo intero mi ha fatto riflettere.
    Come dicono le nonne “è una ruota che gira”, prima o poi la fortuna si prenderà cura di te. Di talento ne hai.

    Nel frattempo mi chiedo cosa sia la super G.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...