FASHIONABULARY #1:

CHANEL N°5
Nato in Egitto il PROFUMO prende il nome dal latino “Per Fumus” e risale a Tapputi, una farmacista che era solita distillare fiori, aromi e oli nell’antica Mesopotamia. Nel diciannovesimo secolo Al-Kindi, un farmacista arabo, scrisse “Book of Chemestry of Perfume & Distillation”, elencando più di un centinaio di modi per crare nuove fragranze.

Ridefinito dai romani e sviluppato in Europa nel corso dei secoli, il profumo si impone durante il Rinascimento diventando sempre più un’arte sopraffina che coinvolge in modo particolare Firenze, il sud Italia e la Francia.


Nasce così uno dei profumi di maggior successo nella storia, firmato Coco Chanel.
Chanel N°5 venne commissionato al chimico francese Ernest Beaux nei primi anni 20 dalla couturier parigina desiderosa di creare una fraganza che si distaccasse da quelle femminili già esistenti, ricche di rose e mughetto. Originariamente nato come regalo speciale per pochi clienti affezionati, fu scelto tra un gruppo di distillati elaborati da Beux probabilmente etichettato numero 5, da qui il famoso nome, assolutamente perfetto agli occhi della Stilista che era solita lanciare le sue collezioni il quinto giorno del quinto mese perchè considerato fortunato.

Un profumo sintetico privo dei sapori naturali di un bouquet di fiori e ricco di forza e colore. Imbotiggliato in un semplice flacone da toiletta ispirato a quello dell’amato Capitano Arthur Boy Chapel, viene ufficialmente lanciato nel 1922. Ridisegnato nel 1924 con un look più raffinato ma fedele all’originale, da il via ad un vero culto che perdura nel tempo.

CHANEL N°5 Official Website

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...