Sogno di Una Notte di Mezza Estate…


 

SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE… e annessa disillusione.
Era l’ennesimo pomeriggio di torrido caldo. Avevo appena fatto una doccia, applicato una crema idrantante e finivo di bere il mio succo alla pera mentre sceglievo esitante i capi da indossare. Osservo ancora e penso di rinnovare gli skinny jeans neri abbinandoli ad una semplice t-shirt bianca e una felpa per la sera. Un look fashionably-easy ovvero: "voglio che pensiate che mi sono vestito a casaccio ma ho scelto tutto con meticolosa cura".
La musica dei Moloko suona mentre faccio la spola tra la mia camera e quella dei miei, dove mi guardo allo specchio e finisco per scegliere gli skinny blu, la t-shirt color banana e delle comodissime infradito.
 
Il mio cellulare suona "Gatto Puzzone", è uno squillo e capisco che è arrivato il momento di uscire. Vedo Dany e Ele per una cena disimpegnata e subito dopo andiamo in centro a Firenze per fare un giro e sbarcare un mercoledì sera un pò noiosetto.
Camminiamo per le viuzzole quando avvisto l’ennesimo fondo in affitto. Mi avvicino, leggo 300mq e allora afferro il cellulare ma resisto alla tentazione di chiamare subito. Quindi lo memorizzo.
 
Nelle ultime settimane ho capito che fingermi la Carrie Bradshaw della situazione in attesa del fantomatico Mr.Big non serve a molto e così ho pensato che "se è tanto per sognare", concedermi il lusso di atteggiarmi a Charlotte York e di relizzare i sogni mentre attendo il vero amore – non è una cattiva idea.
Quindi, nonostante abbia sempre pensato che la gente che conta consolidi il proprio successo alla soglia dei trent’anni o subito dopo averli compiuti, trovarmi davanti uno spazioso e ampio locale – a 25 – non è altro che un’occasione da non perdere.
Così il giorno seguente inizio a pianificare. Organizzo l’intero spazio a disposizione, penso all’illuminazione, alla zona studio/reception da dove continuerei a creare le mie grafiche ed infine immagino di selezionare i giovani artisti da esporre. Parlo ai miei del vecchio progetto che io e Dany avevamo da tempo e aggiungo con esitazione che il tutto non sarebbe lontano da Piazza Della Signoria, a due passi dagli Uffizi e dalla splendida Boutique di Chanel. Tutto sembra perfetto e adesso che sono a tutti gli effetti un Designer Free-Lance con partita i.v.a – fare progetti sembra esaltante, facile e tanto pericoloso quanto fare shopping sbagliato.
 
Poi finalmente arriva il momento di fare la telefonata. Imposto e schiarisco la voce per sembrare quasi un imprenditore professionale. Tre domande, due risposte e 1 spiegazione poco convincente sui miei piani per quei favolosi 300mq – più tardi – e il proprietario mi liquida in fretta rivelandomi che sono esclusivamente destinati ad un negozio d’abbigliamento.
 
In pochi minuti tutti i miei progetti sono nuovamente in fumo. Ouch! Colpito ma non affondato.

 
FRIDAY AGAIN: MEET THE CLASSMATES.
Troppo lavoro e un batter d’occhio dopo è già venerdì sera. Fisso con B, appena tornata da Bordeux. Splendido Splendente esco al suono del campanello, monto sulla Marty-mobile e partiamo alla volta di Firenze, mentre il cielo si colora di rosa. Incontriamo B sul Ponte Vecchio e ci dirigiamo incerti verso il primo ristorante carino che troviamo sulla strada.
Mangiamo cinese e mostriamo a B i rispettivi libri. Facciamo i piani di viaggio per la mia visita Parigi/Bordeux di Settembre e mi parla della possibilità di partecipare al PREMIERE VISION (il PITTI IMMAGINE UOMO versione riveduta e corretta sotto la torre Eiffeil). Voglio gustare croassant, pranzare in riva alla senna, fare shopping e correre per i corridoi del Louvre con due figaccioni francesi come in Jules&Jim.
Messi da parte i sogni e riempito lo stomaco, facciamo un giro per il centro raccontandoci degli avvenimenti degli ultimi mesi, fino a quando sul nostro cammino non incontriamo quella grandissima stronza di Irene. Rivestita a festa e in compagnia del suo nuovo boy ci saluta con un caloroso abbraccio, spara le sue solite cazzate e ce la ridiamo come ai vecchi tempi. Qualche scatto più tardi torniamo a casa.
 
SEX ON THE BEACH ON SATURDAY NIGHT.
Avevo sentito Marcy in settimana. Sabato pomeriggio passa a salutarmi e finiamo per mangiare una pizza insieme e farci un giro nel deserto del mio paesello. Alle 22.30 mi chiamano gli altri che si riuniscono per bere qualcosa in centro a Prato.
Ci fermiamo al locale dove lavora Paolo. Il mio ragazzo ideale degli ultimi tre anni (extra tentativi relazionali – ovviamente), peccato però che sia rigorosamente etero e anche l’ex-fidanzato di Vane.
 
Non potrò avere lui, ahimè, ma possiamo ordinare cocktail a sconto. Questo è quello che credevamo appena arrivati. Trenta minuti dopo però ordiniamo al primo cameriere che passa di lì. Un latte e menta, un caffè e due SEX ON THE BEACH più tardi e siamo tutti rincoglioniti e diretti verso La Passerella per salutare Claudio. Poco dopo ci raggiunge Leo, uscito da lavoro. Non rinunciamo ad uno spuntino di tarda notte e sfuggiamo al gelo notturno rintanandoci in macchina per fare quattro chiacchere.
 
Niente fantasticherie, non ho scopato casualmente con nessuno. E se proprio dovessi farlo, infrangerei il mio proposito anti-omosex nei prossimi giorni a casetta da solo.
Se volete beneficiare chiamatemi numerosi al 338 XXXXXXX…
 
Guardate le foto "CAN YOU ? LOOK"
 
VIDEO ON AIR: "The Way It Is" by Nicole Atkins (Ottimo mood anni 50 per questa rivisitazione alternativa del popolare sound alla ribalta post-amy winehouse)

 

4 pensieri su “Sogno di Una Notte di Mezza Estate…

  1. Io personalmente mi sono buttata sulla "carriera" (non esageriamo), scacciando corteggiatori/trici coi remi della barca e prendendomi sbandatine per tipi molto poco da me. Se vuoi, ti fitto i miei fianchi, con questo andazzo si stanno trasformando in un bilocale.

  2. Eh…sapessi quante volte mi sono vestita della serie "sembra che mi sia buttata qualcosa addosso a casaccio, ma invece ho scelto tutto meticolosamente".
    La nostra è una malattia, io me ne sto rendendo conto, specie quando vado a fare shopping e il mio cervello funziona come "gira la moda", ed io, visualizzo già tutti gli abbinamenti possibili e immaginabili col capo in questione.
    In ogni caso, ti auguro di poter realizzare il tuo sogno di provinare giovani artisti, e magari, di farlo alla Samantha Jones…in quel caso, spero di poter essere presa in considerazione per fare la tua assistente nonchè, aiutante provinatrice di ggggiovani talenti.
    In ultimo, a parigi ci possiamo andare assieme, e, se ti interessa, io per correre al louvre, so già chi potrebbero essere i miei due bonazzi, Ignacio e Juan-Martin!
    Aahahaha…
    Sono stupida, lo so!
    Ciao

  3. SI! anche a me è successo di scegliere con estrema cura l\’abbigliamento volendo apparire come se mi fossi messa addosso le prime cose trovate, che fissa!😛
    Da neoammiratrice di Sex & the City ho apprezzato molto la citazione (Grazie Ste x avermi mostrato questo mondo).
    Un bacione Miky e speriamo A PRESTO!
    KISSES

  4. Mik, sono in stato comatoso..sono arrivata a casa a mezanotte e il viaggo è stato davvero folle…ma avevo ancora in sospeso in tuo ultimo upload….e poi volevo mandarti un bacino e ringraziarti ancora per questi giorni!!!SmackSmack-Andre-

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...