Michele Untitled


UNTITLED  

Impilo il mucchio di guide in rosa sulla mia sedia comodino ed inizio a fare ordine nel mio armadio e tra i miei pensieri. Con l’andare dei mesi non ho fatto altro che alimentare il mio caos sentimentale ammucchiando pile di vestiti in ogni angolo disponibile della camera e così, col caldo che immobilizza i sensi e la mole di lavoro che dastabilizza l’anima ho rimandato il room-remaking fino al torrido sabato mattina.

 
the NIGHT out.
 

Appena sveglio e con i postumi di una delle mie sbornie da Vodka&Fragola (ovvero un mezzo bicchiere) do il bungiorno alla Perina, che si è fermata da me per la notte. Il venerdì sera avevamo fissato in centro per una cenetta a due al mio take-away Giapponese di fiducia, ma appena arrivato in Santa Croce scopro che non saremo soli.

Infatti nell’attesa Perina si incontra/scontra con Pamela (pronunciato come la Anderson), una sua compagna di corso con lo sguardo alla Sophie Marceu che la rende familiare. Mi appare subito interessante perchè sbarca il lunario cantando musica Folk in giro per la City, serve giapponese al ristorante KOME, ha radici scozio-croate ma vive in Toscana da sempre e porta avanti progetti paralleli per costruire il suo futuro come organizzatrice di eventi educativi per bambini o qualcosa del genere.
Non smetto di esserne attratto, omosessualmente parlando, neanche quando sta per darmi più di 25-26 anni e la blocco dicendo prontamente terrorizzato "si è la mia età esatta!!". Ci raggiungono anche Marty e Mirko e beviamo qualcosa all’ Oibò dove trovo Claudia, una ragazza che avevo conosciuto qualche sera prima durante un Barbiturici&Alcool Fight in St.Spirito e ci fa un super sconto. Con una botta incredibile e rigorosamente senza equilibrio vado a salutarla fingendo di aver sempre ricordato il suo nome.
Salutiamo anche Marty e porto la Parina allo YAG. Esito. Un giro, nessun avvistamento traumatico e qualche imbarazzante minuto dopo saliamo sulla sua auto e ci dirigiamo a Prato per un salto in Passerella e un dolcetto notturno. Riscontrata Marty e salutato Leo torniamo a casa rincoglioniti. So con certezza che lei non è affatto cambiata, è rigorosamente folle e spara cazzate a raffica senza alcuna esistazione, all’idea di doverla portare con me a Londra rabbrividisco….ce la farò?!

 
the PUPPINI sisters.
 

Lunedì sera, dopo averle perse l’estate scorsa, ci dirigiamo a Poggibonsi per vedere le Puppini Sisters fare del buon swing&jazz live. Mangiamo a sacco e girelliamo in lungo e largo la piccola cittadina per trovare il giusto luogo del concerto. Gli abitanti sembrano avere le idee confuse e anche noi.

Approdati a meta ci sediamo a due matri dal palco; e mentre io e Marty ci godiamo lo spettacolo canticchiando, Mirko sembra essersi atrofizzato al suono della musica e Leo fuma una sigaretta dietro l’altra con lo sguardo parzialmente divertito e/o alienato. Decisi a non abbandonare il luogo del concerto senza prima aver scattato una foto ricordo in loro compagnia e ottenuto un autografo, ci mettiamo in fila scambiamo qualche parola con le Puppini e Marty regala loro una copia del suo libro.

 
the INTERVIEW…again.
 

Montato su un treno diretto a Bologna, non posso fare a meno di ricordare quando facevo avanti e indietro per vedere J. con la speranza di una partenza che segnasse in modo definitivo la scissione col passato e l’inizio di un nuovo percorso rivelatosi impossibile. Questa volta non viaggiavo diretto a Ferrara con indosso un paracadute sentimentale e in testa speranze, ma con un libro da leggere, un book da mostrare e un lavoro da ottenere.

Diretto a Ravenna per una toccata e fuga lavorativa faccio un giro per la city, pranzo con Arianna e faccio il colloquio per un nuovo lavoro che inizierà ad Agosto. Dico addio alle vacanze, rimonto sul treno diretto a casa e mi preparo al relax serale.

 
the SHOPPING re-found.
 

Qualche giorno pià tardi, ritrovata la gioia di fare acquisti anche quando l’armadio scoppia decido di fare Shopping alla vecchia maniera, in compagnia di Marty e Leo. Tutte le cose che avevo tenuto d’occhio erano finalmente scontate del 50% così metto le mani al portafoglio. Il giorno successivo tocca a Virgy a metter mano al suo.

La sera gli altri vanno al cinema per vedere l’ultimo lavoro di Heath Leadger, nel noiosissimo BATMAN. Io vedo Gio per salutarlo nuovamente prima che parta alla volta della Spagna. Mi regala The&Biscotti di Harrods di ritorno da Londra e poi ci uniamo agli altri. Salutato a dovere gli auguro buone vacanze e intenso relax.
 
Mercoledì trascorriamo l’intero pomeriggio nel centro commerciale. Ele trova due giacchettini decisamente English e Virgy si fa un re-styling passando il tempo nel camerino a provare capi mentre io le scatto fotografie. Afferma con risentimento di iniziare ad odiarmi seriamente; ma ora ha un look più UpperEastSide ed io la ferma convinzione che vorrei fare il PERSONAL SHOPPER per vivere. Là fuori c’è gente che ne avrebbe davvero bisogno….
 
Adesso la camera è in ordine. L’armadio è impeccabile. Il mio umore ristabilito.
 
Guarda il nuovo album "PuppiniSisters&Others"!!!
 
VIDEO ON AIR: "Je Veux Te Voir" By Yelle
 

 

4 pensieri su “Michele Untitled

  1. Per questa volta lascio passare…ma la prossima volta voglio che tu scriva "Foto by Marty" su quelle delle Puppini…Ti adoro comunque…Un bacio, Marty ehehe

  2. Tralasciando la parte della VODKA E FRAGOLA (mezzo bicchiere) ps.: sei un po una puzza…. spero davvero di trovarlo il tipo di gran canaria auauuaua…cmq parto il 13 quindi fino a quella data ti aspetto sul mio blog…cio mik

  3. Grazie per la vistia, ma soprattutto per le parole, ti ho risposto da me, non voglio togliere la luce e il colore che c\’è qui… a proposito, io ne sto usufruendo a scrocco, non è che mi mandi fattura a casa?
    Ihihihihih!!!
    Grazie ancora, ti abbraccio.
    Cri

  4. Oddio, ma questo video dove l\’hai pescato?Lei è odiosa, la ammazzerei a botta di calci nel suo mini-culo con le dimensioni di una arachide!😄
    Dovrei mettere anch\’io in ordine il mio armadio, metafora palese della nostra psiche disturbata e turbata, ma insomma, per il momento, lascio che ci crescano anche le liane, non sono ancora pronta!
    per quel che riguarda il fare il personal shopper, l\’ho pensato anche io, e, in parte, lo faccio già per le mie amiche, che, per alcuni versi, ne hanno davvero bisogno (speriamo che non leggano mai!)!
    I Luv U

     

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...