ALTER-LIVING IN BARCELON


ALTER-LIVING IN THE CITY

Nessuno, tanto meno io, si sarebbe aspettato che avrei fatto le valigia proprio quando la mia mentore Carrie Bradshaw si apprestava a valcare la soglia del cinema con me a seguito, ma si sa, nella vita si fanno delle scelte ed io mollo tutto e monto sull’aereo diretto a Barcellona.
 
DAY ONE Tengo la mano di Marty che vola per la prima volta incuriosita e un pò timorosa. In un battibaleno arriviamo nella city. Il cielo è scuro e la stanchezza si fa sentire.  Ad attenderci un bus, un ora di viaggio ed Andre alla stazione che ci guida attraverso la metro e poi verso casa. Arriviamo in un delizioso appartamento diviso tra stanze, coinquilini e colori molto 80s non lontano da Piazza Catalunya. Facciamo la conoscenza della happy-couple della casa, Luna e Francesco, e ceniamo tutti insieme con pasta al pomodoro prima della nanna.
 
DAY TWO La mattina seguente la sveglia suona con calma e dopo una doccia, io costringo Marty a fare una dispendiosa colazione con Cappuccino & Muffin da STARBUCKS. La signorina Breakfast At 50 Cents, se ne innamora e così la faremo lì anche i giorni seguenti.
Complice un tempo poco convincente ci spingiamo fino al centro commerciale Maremagnum, facciamo un giro e acquisto un paio di occhiali da sole da H&M e qualche adorabile tees da Pull&Bear. Sono quasi le 15.00 quando il nostro stomaco inizia a reclamare cibo e quindi ci fermiamo al ristorante-buffet Fresc&Co. con la vista sul mare. Rimpizziamo il piatto di varietà di pasta e insalatine e le digeriamo un pò più tardi distesi sul molo.
 
Facciamo un salto al Bosco Delle Fiabe, un locale molto Fairy e molto buio nel quale Marty fa un tuffo nel passato.
Risalendo facciamo pit-stop da TOPSHOP e da ZARA, nel primo compriamo fancy-calzini mentre nel secondo ci rifacciamo gli occhi. I commessi alti, mori e latini sono belli da togliere il fiato e con rammarico mi domando perchè nessuno di loro si sia innamorato di me a prima vista. Torniamo a casa piuttosto esausti, ma non appena Andre fa ritorno facciamo aperitivo casalingo con Coca, Fanta e Patatine. Docciati e "a là mode" ci perdiamo nella city in cerca della pizzeria "Fratelli La Bufala". E’ semi-deserto ma noi parliamo e vado nel panico quando il cameriere chiede "per chi è la pizza col buco?" e mi dico "uffa, iniziamo già!?" – in realtà era l’ordine di Andre.
 
DAY THREE Giravo fashionista col mio tall cappuccino Starbucks tra le mani diretto verso il Barri Gotico, quando una sconosciuta mi ferma e mi chiede di potermi fare una foto perchè adora il mio stile. Io sobbalzo, accetto e mi metto in posa. Le chiedo di cosa si tratta ma sotto shock-adrenalinico capisco sommariamente le parole "moda/online/foto/forse-tra-due-weeks". Solo la sera, sbirciando sul web scopro che "CHIC" è una rivista brasiliana super-fatch di moda online. Lo sognavo da tempo,speriamo di esser pubblicato!
Percorriamo le viuzzole e arriviamo a destinazione tra Chiese Gotiche, qualche edificio bohemien e negozi. Giriamo in lungo e in largo mentre per le vie risuonano violencelli e cantanti di strada. Qualche scatto al Santa Caterina Market e poi ci dirigiamo al negozio tipicamente gay OVLAS che si rivela una gran fregatura se non si hanno almeno 40anni, cattivo gusto e nessuna più speranza di imbrocco, infine scoviamo un negozio di fumetti con quell’irresistibile odore di vecchia carta, frughiamo tra gli albi e facciamo marcia indietro diretti al Passeir de Gracia. Lì era fissato l’appuntamento con Andre. Mangiamo Mc e girelliamo per i ricchi negozi dove vorrei ma non posso fare acquisti. Relax, cibo e quattro chiacchere prima di salutare Andre che torna a lavoro, mentre io e Marty ci mettiamo in coda, acquistiamo biglietti studenti e facciamo le numerose scale di Casa Battlò per vedere la City dai piani alti. WOW. Infine diamo un’intensa occhiata all’oltraggioso e divertente museo del sesso.
 
Tornando a casa facciamo la spesa. Le ragazze preparano farfalline barilla con pomodoro e mozzarella, sembra pasta per un esercito ma siamo tutti affamati e non ne lasciamo traccia.  Parliamo di Boys, relazioni e situazioni. Parliamo di sogni per il futuro, delle aspettative e delle solite ed immancabilli prese di culo. Prima della 1.00 non andiamo a letto e non ci facciamo mancare neanche le risate, i racconti dal passato e le indiscrezioni familiari. Post-Joint Luna ci saluta, a seguire Andre e poi la luce si spenge. Io e Marty ci dedichiamo alla nostra solitudine tra chiacchere sussurrate e la musica nell’I-pod.
 
DAY FOUR Il sole è già alto e non c’è tempo migliore per fare i turisti. Con una metro-card in due paghiamo una corsa diretta a Parc Guell. L’atmosfera è delle migliori. Scattiamo qualche foto, ci gustiamo la natura e assaporiamo l’atmosfera. Sembra proprio non mancare niente, ci fermiamo ad osservare la folla, i bimbi che colorano riparati dal sole e noi direttamente al top of the world affacciati su Barcellona. La seconda tappa del giono è la Sagrada Familia, ancora lì intatta come l’avevamo lasciata qualche anno fa in compagnia dei nostri compagni di classe. Usciamo e corriamo verso la Carrer De Carrier Baixa per curiosare tra gli scafali pieni di abiti vintage di LAILO, vecchi vinili da collezione e fare qualche foto allo storico locale barcellonese La Paloma.
Continuiamo a percorrere le straducole sgarrupate della city e ci ritroviamo davanti all’imponente ed innovativa struttura che ospita il MACBA, museo di arte contemporanea. Io e Marty rimaniamo sbalorditi nel vedere la maestosa modernità rispetto agli edifici fatiscenti che la circondano, peccato che all’interno fosse piuttosto deludente.
 
La giornata è stata destabilizzante così come nella migliore tradizione di Carrie&Co. per la cena ordiniamo cinese a casa. Vorremmo guardare un film, ma i racconti della giornata sono più interessanti e così facciamo notte. 
 
DAY FIVE  Dopo la solita colazione da STARBUCKS con i commessi lentissimi ma pur sempre bonazzi, inizia la corsa contro il tempo per trovare i regali da portare a casa. Martina era stata abbastanza previdente da non pensare solo a se stessa nei precedenti giorni di shopping, ma io ovviamente mi ero concentrato solo su di me. Saltelliamo dalla Rambla a Passeir De Gracia per recuperarli tutti. Pensavo proprio di aver finito quando, dopo un litigio con una giornalaia spagnola per l’acquisto dell’unica cartolina del viaggio, mi sento così offeso che Marty avvista Tommy Hilfiger e mi propone (come solo una buona amica potrebbe fare) di ristabilire il mio umore comprando qualcosa là dentro.
Il sole splende in cielo e così torniamo al Maremagnum per godercelo a pieno. Il venerdì sera che ci aspetta è pure-entertaining quindi rientriamo con anticipo e dopo una doccia, qualche scatto fashion e il giusto abbigliamento affrontiamo la NOCHE DE BARCA.
 
Andre, Luna, Marty ed io scegliamo l’Elche per l’utima cena,il miglior ristorante dove mangiare Paella. Una cena, 3 paelle e un insalata più tardi andiamo al Marsella per bere qualcosa. Musica commerciale, calca assurda e con l’aria di un bar texano usurato dal tempo chiediamo Assensio per due da dividere in quattro. Non ne conosco gli effetti ma 30 minuti più tardi usciamo e affrontiamo flotte di puttane e puttani barcollando in direzione del RAVAL33, dove ad aspettarci ci sono degli amici di Luna. Il più curioso dei tre è il trentenne artista, parliamo con la sua "ragazza da viaggio" di moda e finisco per farmi una chiaccherata anche con lui, mi dice che è un fotografo e fa mostre d’arte. Intanto Andre e Luna ordinano Vodka Orange e mentre Marty accusa la botta, io ci bevo su e lascio il mio Cell&E-mail all’artista Giorgio che si è detto curioso di vedere i miei lavori.
Si è fatto tardi e così Marty, Andre ed Io ci riavviamo verso casa passando per la Rambla. Barcolliamo e ridiamo come deficenti per tutta la strada. Evidentemente la botta è salita a tutti adesso. Io ho fame e costringo le ragazze ad un giro allungato in cerca di DONUTS. Alle 3 inoltrate arriviamo a casa e passiamo le ore successive a ridere e mangiare come porcelli. L’ultima notte di sonno a Casa di Andre e la nostalgia già si fa sentire.

 
DAY SIX

Nessuno ha voglia di svegliarsi ne tantomeno di preparare la valigia e fare ordine tra i panni sporchi e la montagna di acquisti. Andre è libera e quindi trascorre la giornata con noi,così facciamo l’ultimo giro, mangiamo l’ultimo spacca-fegato e attendiamo con malinconia il momento della partenza. Nessuno di noi due vuole andarsene. Anche Andre sembra volerci trattenere, ma ci guida alla stazione dei Bus e così ci salutiamo. Durante il tragitto verso l’aereoporto tirio un respiro a pieni polmoni e sento di aver rubato almeno una molecola della splendida Barcellona, che senza Marty, Andre, la sua casa e tutto il resto non sarebbe stata la stessa…

GUARDA il nuovo album "HOLA BARCELON" con gli scatti FASHIONISTI e alla fine dell’album gli AX-SENSE-YO EFFECT!!!

 


ALTER-LIVING SEX & THE CITY

E’ domenica e ho ancora la testa in una vita che non è la mia. Vorrei essere a Barcellona e non qui, dove niente è cambiato e quelle piccole speranze sono ancora inutili e vane.  Ma poi quali sono realmente?
Sarei dovuto andare con Marty a vedere il film di Sex&TheCity, ma non posso aspettare e decido di andarci da solo. Godermelo nel silenzio pomeridiano di un cinema semi-deserto, come quando sul mio divano in solitaria sognavo che quella storia fosse anche la mia.
Il ragazzo della biglietteria ricorda che lavoravo nella libreria del cinema, gli chiedo un biglietto e mi fa lo sconto. Sono contento e pronto.
 
Ho aspettato il gran finale per troppo tempo, ma non appena inizia comincio a singhiozzare. Mi manca qualcosa o forse qualcuno.
Manca un pezzo del puzzle che ho lasciato incompleto e che a differenza del film non si completarà perchè quello non era il mio puzzle ma una bella storia in tv.  Trattengo le lacrime più che posso, ma è difficile e sono sicuro che non sto esattamente piangendo per il film. Non completamente almeno. Le due ore passano in fretta, come i ricordi nella mia testa. Nel film non manca niente. Splendidi vestiti, splendida città, splendidi sogni, amori inossidabili e neanche il Gran finale con l’happy ending anche quando sembrava impossibile.
I titoli di coda partono, io metto gli occhiali firmati e esco correndo via dalla sala, ma dov’è il mio happy ending?
 
VIDEO ON AIR: "Una Nuova Stagione…" clip tratta da Sex & The City (la serie)
 

  

8 pensieri su “ALTER-LIVING IN BARCELON

  1. FINALMENTE 6 TORNATO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    KE BELLO LA MIA AMIKETTA DI NUOVO A CASAAAAAAAAAA!!!!
    ENSA CHE MOVIDA HAI PURE BEVUTO…TI CI VOGLIO VEDERE BRQAICO ANCORA GUARDA…E MAGARI VIOLENTATAO E BISTRATTATO DA UN GRUPPO DI MAGNACCI….AHAHAHHAHA!!!!
     
    CMQ SEI TORNATA…DA ME……DOLCE MIKELA…LO SAI VERO CHE TRA TE E KISS ME LYCIA NON SAPREI CHI SCEGLIERE?!?
    CON QUEL TUO CIUFFO ALLA MIRKO DEI BEEHIVE…CON QUEL PANTALONE GIALLO ALLA SATOMI….MMMMMMMMMMMMM…
     
    …AHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHA!!!!!!!!!!!!

  2. ieri sera mentre chattavamo, su la 7 hanno rimesso la serie di Sex & the City. Ieri sera passava la prima puntata: "Fare sesso come un uomo" …
    beh… allora lo sanno meglio di me…
    PS.
    Posso avere anche io una pizza con il buco ?
     
    non sò se era la prima volta che andavi al cinema da solo. ma hai notato quel qualcosa di magico ?
     
    io ci andai la prima volta da solo a vedere un film che nessuno conosceva e ne ho tratto sicuramente di più che se ci fossi andato con qualcuno.
     
    Alla fine, un fan come te, ha fatto bene a cogliere l\’occasione. Tu hai alle spalle 6 stagioni delle avventure di Carrie. chi a parte te e qualche altro maniaco delle serie tv può dire lo stesso ?
     
    Barcellona l\’hai vista. più volte …
    hai fatto la tua sfilata per le ramblas con il cappuccino in mano…
    Adesso dobbiamo uscire.
     
    hai notato i palazzi fallici quando sei in autobus da Barcellona a Girona ???
     
    XOX DANIUS OXO

  3. MIKI!!!
    ben tornato (forse te l\’avevo già detto) ! ! ! !
     
    Che bello leggerti! Ti hanno fotografatoooo! TI ADORO!
     
    Spero a presto…TANTI BAAACI
     
    [è vero ci sn palazzi di forma fallica!]

  4. O miky!!!! non credevo… ma questo tuo intervento mi ha fatto piangere. un po\’ perchè mi rivedevo a casa di andre, quando tra le belle giornate, i piedi doloranti e la felicità che mi gonfiava il petto, passavo 8 giorni da sogno in una città che non era la mia. ed ora c\’eri tu al mio posto, e sono contenta per andre…
    e poi leggo del film, delle lecrime, dei pezzi mancanti di un puzzle.. e mi son sentita nuovamente io, quando seduta su una comoda poltroncina rossa, versavo lacrime amare perchè carry e BIG si sposano e io sto aspettando inutilemente che la mia vita cambi… COME SI FA A CAMBIARE? e soprattutto.. COME SI FA A RESISTERE A QUELLE SCARPE E ABITI E SERVIZI FOTOGRAFICI DI VOGUE??????

  5. Mikk!!!!La mia principessa metropolitana!!!
    HAHAHAHA la pizza con il buco, quanto ho riso!!!
     
    …domani a pranzo magari mi faccio uno Starbucks, giusto per farti morire un po d\’invidia!!!😉
     
    MI MANCATEEEEE!!!!!!!😦
     
    BaciBaci

  6. ciao passavo…. devo dire ke mi piace molto il tuo space…..😀 anke le tue foto !!!!!!!!!!!!!!!!🙂 ciao ciao a presto..

  7. e il mio di happy ending?
    No, guarda, io ho smesso di chiedermelo, secondo me il mio destino è quello di essere abbordata dal venditore di coca cola del cinema che ha l\’accento di chi l\’italiano lo parla solo per una serie fortuita di eventi soprannaturali!
    Ah…Mon Dieu, come si fa?
    Mentre tu eri in Spagna a Folleggiare in compagnia di Andre (ciao Andre) io ero a Marina attorniata da 16enni fattone, chiedendomi quale arma di distruzione di massa avrebbe potuto distruggere prima quell\’esercito di piccole bimbo-minkia malvestite.
    A un certo punto ho desiderato essere daltonica!
    Ok, smetto di scrivere.
    Alla prossima mio prediletto
    I lUv U!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...