SCIATTALOOOOOO!!!Week

SCIATTALOOO!!!WEEK
(voce del verbo SCIATTARE: compiere l’azione di rendere brutto, sciatto o squallido. Coniata qualche sera fa, in un momenti di inebriamento artistico-stradale)
Anche questa  settimana non sono mancate uscite notturne, chiaccherate fino all’alba, qualche pianto liberatorio in compagnia – nella speranza che i ricordi rimangano tali una volta per sempre – e i pranzi con amici secolari.
Da ormai qualche settimana, avevamo pianificato un viaggio tutto Milanese per fare Shopping e vedere la mostra fotografica dedicata al mio adorato, desiderato ed idolatrato Mr.David LaChapelle e così, non ci resta altro da fare che partire…
 
DATING TOPO GIGIO
Un fascinoso aspirante attore, 26enne ed universitario di Firenze aveva lasciato (tanto tempo fa) un messaggio sul mio account di Badoo. Avevamo sempre ipotizzato di vederci per un caffè e benchè io e J. avessimo continuato a sentirci disimpegnatamente non potevo non mantenere la parola data a colui che sul mio cell si era meritato il nome di Mr.X.
Mi avverte del suo ritardo.
Intanto io agitato sono un pò titubante sulla scelta di presentarmi ad un vero appuntamento al buio. Poco più tardi però scopro di dover uscire con la versione riveduta e corretta di TOPO GIGIO. La foto era fedele peccato fosse stato immortalato immobile, con la bocca chiusa e probabilmente da un’abile fotografo.
Come se essere brutto non bastasse, non esita ad inscenare per due intermibili ore un teatrino con la sua s-mania per Lorella Cuccarini, i Musical e la Danza.
La voce sgraziata, le movenze da Carmen Russo e la sua ironia mi destabilizzavano la sanità mentale ma ormai non potevo più scappare. Finiamo all’Hemingway, dove un semplice cappuccino costa 5 euri e lui ordina felicemente caffè e torta. Io strabuzzo gli occhi e spefico di voler salvaguardare il mio portafogli, quindi ordino la cosa più economica (il cappuccino, appunto) ed intanto inizio a pensare a quale sia il modo migliore per rifuggire all’eventualità di pagare il mio e il suo ordine.
Lo ascolto sproloquiare di cose che non mi interessano. Lui non fa domande ma parla di se, del suo analista e ancora di Danza,Danza e Danza. Dopo un’ora vorrei spararmi dritto in bocca per non doverlo più ascoltare, poi ipotizzo di chiedere disperato aiuto al gruppo di studentesse Americane sedute al tavolo accanto, ma poi scelgo di ritirarmi in bagno.
Chiudo la porta dietro di me, afferro la mia enorme testa tra le mani e lancio un silenzioso grido per poi scoppiare a ridere. Sapevo già che avevo materiale sufficiente per scrivere un intero "L’altra Metà di Me PARTE 2"ma prima di poterlo fare, dovevo essere sicuro di sopravvivere. Mi sistemo un pò, preparo il sorriso migliore e torno a sedere.
Faccio un accenno ai miei viaggi dato che sembrano interessarlo, e non appena parlo della possibilità che io torni a Londra ad inizio anno, lui si dice disponibile a seguirmi. Sgrano gli occhi e ….A quel punto afferro la mia roba ed esco di corsa dal pub…no, rimango seduto e mi domando "ma sta scherzando? ". Dissimulo il mio evidente imbarazzo al solo pensiero che qualcuno che mi conosce da 10 minuti stia parlando di un viaggio di gruppo, lascio andare qualche risposta generica e un pò di titubanza quando, fortunatamente, scoccano le 19.00.
Tempo scaduto, Grazie a Dio!
Vorrei lasciarmelo alle spalle, ma lui ha la gentilissima idea di accompagnarmi fino alla fermata del bus. Vedo il bus arrivare e saluto GIGIO di fretta assestando un falsissimo:" bhe ci risentiamo quando ho meno impegni."
Avrà capito?
No. Due ore dopo mi manda un messaggio nel quale mi dice di aver ritrovato le sue chiavi di casa….Machissene frega???!!
 
MILANO HERE WE COMES
Sabato mattina mi alzo presto per andare a pranzo da Claudia, che si è recentemente trasferita a Prato City in uno splendido Flat semi artistico. Vorremmo uscire, ma fuori si congela, così pranziamo e oziamo guardando AMICI e parlando di ciò che di buono è accaduto ad entrambi negli ultimi mesi. Intanto, io mi innamoro perdutamente dell’aspirante attore Sebastiano – snobbato dal pubblico ma pur sempre "amico" di Maria e soprattuto desiderato da me! (perdonatemi l’atteggiamento teenagèrì).
Alle 16.00 mi rimetto in viaggio – questa volta – diretto verso casa, dove preparerò la FAGBAG per dormire, assieme agli altri, da Daria. Dopo aver viaggiato gratuitamente sul Bus (per gentile concessione del guidatore che impietosito dal gelo mi ha fatto salire) corro in doccia, seleziono i vestiti per il trip e mi dedico al karaoke introspettivo.
Comprati i pasticcini, scelti i dolcetti per la colazione del giorno dopo e prelevata Ele da casa approdiamo alla meta, quaranta minuti dopo. Daria non ha ancora fatto ritorno ed io sonnecchio mentre Daniele ed Ele amoreggiano*.
A cena ci abbuffiamo senza sosta, parliamo ininterrottamente di tutto un pò, guardiamo SHREK2 e quando scoccano le 1.30 capiamo di dover necessariamente dormire in vista della partenza mattutina. Peccato che siano le 3.30 quando chiudiamo simbolicamente gli occhi.
Poco più tardi mi sveglio al rumore di paroline dolci e un frastuono portentuoso, quando scopro che Leo ha lasciato il posto a Ele costringendomi così a dividere con la neo-coppia una spazio ridottissimo. La Happy Couple infatti, se pur in mia compagnia e costretta in un divanoletto da una piazza e mezzo con il terzo-in-comodo, non rinuncia alle effusioni. Il crescente imbarazzo e l’inesorabile sonno mi fanno risolutivamente scegliere l’I-Pod come unica via di fuga. Finite le coccole tra i due, Daniele inizia a
russare fastidiosamente. Wow!
All’alba veniamo brutalmente svegliati dalla Caporala Daria, che inizia a dare ordini sulle tempistiche dell’uso del bagno, della preparazione del Caffè au Lait, della seguente rigovernature di bicchieri e posate e dell’imminente partenza.
Il viaggio trascorre in fretta ed io faccio la mia prima portentosa cagata in autogrill mentre gli altri fanno il carico di schifezze. Approdati in città ci dirigiamo ad H&M senza prestare troppa attenzione a tutto il resto, fino a quando avvertiamo il collettivo desiderio di mangiare e scegliamo il Mc come meta economica. Finito il pranzo non desidriamo altro che scovare il giusto acquisto, così muniti di denaro ci suddividiamo in due gruppi : BOYS e GIRLS.
Ispezioniamo con cura ma velocamente JDC, ZARA, H&M, SISLEY, INTIMISSIMI e qualsiasi altro negozio valido o apparentemente carino che troviamo sul nostro cammino. L’unica cosa di cui faccio incetta è senza dubbio la delusione perchè ho comprato solo 2 paia di guanti, 1 paio di calzini, un cardigan e una t-shirt. Disperato trascino Leo e Daniele, alla ricerca di AMERICAN APPAREL ma nessun MILANESE ne conosce l’esistenza.
Sul far della sera scoviamo la mostra di DAVID LA CHAPELLE e versiamo ben 9 euri per entrare. 1 Ora e mezzo più tardi abbiamo visto tutti i capolavori fotografici dell’uomo che tutti i gay vorrebbero sposare. Davanti all’obiettivo della macchina fotografica ci sono proprio tutti da Paris Hilton a Elton John, da Pamela Anderson ad Hugh Hefner fino a Leonardo Di Caprio e Sofia Coppola. Lo adoro e per quanto stanco, ritempro il mio fragile animo sconfitto da un insoddisfacente shopping.
Scattiamo le ultime foto prima di cena. Torniamo a mangiar male al Mc e con lo stomaco in subbuglio affrontiamo il freddo della sera per arrivare alla macchina parcheggiata a 25 minuti (a piedi) dal Centro. Tutti temiamo che Daniele possa addormentarsi senza preavviso e regalarci gli ultimi minuti di vita e così scegliamo di dare votazioni gli uni gli altri su bellezza, personalità e attrazione. Volano 7,8 e addirittura qualche 10 più. io rimango schiacciato da un semplice 6 e mezzo di bellezza, un 10 in personalità e porto a casa lo scettro del + SCOPABILE PAPABILE peccato siano, ancora una volta, due ragazze a dirlo! Esausti arriviamo alla priam tappa ed io e Daniele tentiamofaticosamente di mantenerci svegli l’un l’altro.

* si HeyD, ha fatto marcia indietro!!!!^_* Le effusioni era contenutissime, se così nn fosse stato mi sarei violentemente ribellato!

Altri Fatti "Importanti "della Settimana:
SEX A PEAR
Io e LaPerina ci troviamo alla stazione ma io stento a riconoscerla.
E’ sempre la solita; ben vestita, con numerosi strati di lana tono su tono e un baschetto irresistibile. Pranziamo insieme mi racconta dei suoi nuovi impegni, della sua relazione e della sua speranza di viaggiare verso gli Stati Uniti al più presto. Mi chiede dei miei momenti X degli scorsi mesi, ma sorvoliamo volocemente per parlare dei nuovi colloqui e dei rispettivi nuovi piani di vita.
Mi regala due splendide spille una con scritto "I LOVE SEX" (del tutto teorico) e "I’M NOT GAY"(del tutto falso). Le adoro e le indosso subito!
Trascorriamo il resto del pomeriggio per negozi, senza farci mancare un buon cappuccino pomeridiano. Ci lasciamo con la promessa di rivederci presto. Ci riusciremo?
 

ALMOST SLEEPING @ ELE’s
Io e Leo, andiamo a casa di Ele.
La serata si preannuncia tranquilla e non mancano le argomentazioni piccanti.
Sul far della notte, non mancano i momenti di tensione e neanche quelli dove la tristezza torna a fare capolino. Da troppi giorni trattenevo le lacrime, così spinto dalle tempestive domande di Eleonora ho lasciate uscire gran parte dei miei pensieri, delle mie recriminazioni, delle mie paure. Forse per l’ultima volta. Spero. Il sorriso torna a illuminare i nostri volti segnati dalle occhiaie, quando racconto loro del disastro appuntamento del giorno prima….
SEXY INFROCITI
Dopo il pranzo casareccio, il mio appuntamento col corso di Lingua Giapponese e una sommaria cena, io e Dany incontriamo Leo, preleviamo Claudio e andiamo in centro per bere qualcosa. Finiamo per far tardi al Caffè La Torre che è completamente deserto. Afflitti dalla crescente stanchezza e la parziale noia, iniziamo a sparare stronzate a ruota. Fino a quando non ci viene l’insana idea di fingerci Carrie&Co. e includere discorsi di senso compiuto alle parole c**o, p*****o e sesso come accade nel serial. Io divento Micarrie, Daniele fa l’acida Daniranda, Claudio è la sognatrice Claurlotte e a Leo tocca la porca Leomantha. Piangiamo dal ridere e facciamo casino. Poi di corsa a letto.
NOIR NIGHT
Abbandonati dalla coppietta DanyEle, io e Leo fissiamo di vederci dopo il suo turno di lavoro.
Arrivati a Firenze vediamo che la City è deserta a causa del freddo, non curanti di tutto ciò ci fermiamo a bere qualcosa al NOIR che all’interno è tutto nero come suggerisce il nome e completamente vuoto. Parliamo di lavoro, tattoo, dei piani imminenti ed usciamo per fare una camminata e sbirciare tra le vetrine. Il proposito di rincasare presto si auto-annulla perchè arriviamo alla macchina alle 3.00 e facciamo un pit-stop in pasticceria. Rincasiamo alle 4.00 e sento la necessità di dormire.
GUARDA LE FOTO "NEVER SEEN BEFORE: Out&About"
VIDEO ON AIR: "I Wanna Dance With Somebody" by Whitney Houston

      

Clicca sull’immagine qua sopra e scarica la GAYSTITUIONE!

6 pensieri su “SCIATTALOOOOOO!!!Week

  1. ahah! inutile ribadire (ma ormai ho iniziato) che ti adoro!che appuntamento infernale! e se non ritrovava le chiavi era anche meglio! (no forse no…se ti propone di andare a Londra insieme, poteva benissimo presentarsi sotto casa tua a implorare un tetto per la notte).ma che shopping deludente… poverino!smack

  2. oh dio…il SEX IN THE CITY imitation era splendido!!mi fa ridere solo a pensarci!!!hahaha
    Beh tu con TOPO GIGIO io con un mezzo METALLARO…peró almeno era simpartico e intelligente,ma dire brutto é un complimento..o dio che stronza!ahhaha
    e poi sai Mik, ogni tanto un pianto liberatorio ci vuole…poi si dorme benissimo!
    vado a vedere le foto! ^_^
    un bacio

  3. Ma dai..non sarà mica stato così "TERIBILE" Topo Gigio?
    Ok, resetta,  è il mio lato disperato da mancanza da uomini a parlare.
    Ora esco e vado a cercarmi uno.
    Ciao

  4. Come ti permetti stronzetta ad incontrare altri uomini????
    TU SEI MIO! Indi smettila o ti vengo a dare gli schiaffetti sul culo!
    E non essere triste.. basta a guardarsi indietro. Guarda in avanti.. verso me.. verso NOI!
    T I  A M O !!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...