DEJA VUayeour…..

DEJA VùAYEOUR
 
Quando esattamente, nella vita, ci sono stravolgimenti spaziotemporali che ci illudono di aver già vissuto un momento e quando sono le nostre meticolose ossessioni a lanciarci in un vorticoso ritorno ad un passato che vorremmo ma che nn abbiamo mai avuto?
 
Domenica pomeriggio, siamo tutti e quattro seduti intorno al tavolino di un caffè, come non accadeva da tempo.Io, Daniele, Lorenzo e Claudio consumiamo cappuccino e pasticcini mentre parliamo di amori, relazioni e situazioni; abbandonandoci a goliardiche considerazioni machiste con un tocco di inevitabile gayoso romanticismo.
E se Claudio ci narra della sua nuova infatuazione, Lorenzo aggiunge consigli sulle stabili dinamiche di coppia e se Daniele ci delizia con storie di dolciosi approcci, io racconto l’appuntamento del giorno prima…
 
"Con la musica nelle orecchie arrivo alla stazione, mi metto in coda e pochi minuti dopo ho un biglietto andata e ritorno per Bologna. Compro qualche leccornia da consumare e due magazine da sfogliare e leggere durante il viaggio.
Arrivo un’ora più tardi e scorgo J. a pochi metri lontano da me; ci salutiamo con imabrazzo e cerchiamo un posto dove mangiare, ma finiamo per rintanarci in un Mc.
Parliamo, camminiamo per la City, entriamo ed usciamo da negozi di dischi; nel frattempo mi lancio in qualche imbranata considerazione "sproloquiale" e quando non temo di annoiarlo o di annoiarmi sciorino domande su domande, mentre quasi silente e mai curioso, lui risponde.

Lui è rock, introverso, appassionatamente artistoide e visionario come Il Mondo di Ameliè, ama l’opera, la prosa e la musica classica, beve cioccolata calda, sogna l’amour alla Via Col Vento ed è di poche parole. Io oggi sono agitatamente logorroico, a tratti arrendevole, silenzioso e in preda a numerosi deja vù.
 
Scelgo di abbandonare l’idea di fare shopping, lo farei in modo impersonale e poco appagante.
 
Mi porta in un pub bohemien, con interni bianchi, tavoli vittoriani, mobili di antiquariato e musica raggae/jazz. Finalmente parliamo più a lungo e così le sue parole e i suoi silenzi, le sue smorfie e i suoi sguardi deliniano un profilo che mi appare familiare.
 
Arriva l’ora di salutarci.
Non ho le idee chiare e mi chiedo:
Non è così che ebbe inizio la mia ultima catastrofe sentimentale? tra silenzi, parole estirpate, non dette e ritrattate?
Che "I LOVE ART" al posto delllo stacanovistico "TOO BUSY TO YOU" possa funzionare?
Porto a casa un sacco di domande e come sempre, nessuna risposta.
 
INTERMISSION #9: SI DICE A TAVOLA – SESSO GAY
Dany: Tanto prima o poi capiterà tra noi (dice ammiccante e rigorosamente ironico)
Miky: Certo, Guarda che lo so. Tu aspettalo quando meno te lo aspetti….
Dany: …?…
 
NEI GIORNI PRECEDENTI…
 
Martedì Daniele viene colopito da una violenta scacarazza durante la lezione di Giapponese, ma la sera usciamo lo stesso e finiamo ad un PUB dove suonano musica live-jazz. Beviamo qualcosa, io (a causa della sindrome del cameriere) mi innamoro del barista, si aggiungono a noi degli amici di Leo mentre HeyD. inscena un’insidiosa lotta contro di me.
 
Passata la serata di Halloween in compagnia di lavoro, chat, buona musica e riposo è Daniele a svegliarmi, il giorno seguente, per avvisarmi dell’imminente partenza alla volta di Siena. Affamati, ci fermiamo a Monte Riggioni e dopo esser stati cacciati dagli altri ristoranti in chiusura pranziamo in un simil-bar,dove HeyD spacca un bicchiere e dove spendiamo troppo per poco cibo.
Sul far della sera arriviamo a Siena e ci lanciamo in una iperattiva caccia allo shopping. Vorrei tutto ma nn
compro niente. Facciamo merenda alla pasticceria Nannini (si, loro sono i genitori della cantante Gianna) dove le brioches sono dure come legno massello e il cappuccino costa 3 euri. Infine ci rimettiamo in marcia verso casa.
 
Il Venerdì finiamo al cinema per vedere "TROPPO INCINTA". Io lo adoro e gli altri si annoiano.  La sera seguente, accettiamo l’invito di Claudio e andiamo al PARTY della FORNARINA. L’ammucchiata di tardoni mi da alla testa e in aggiunta prendo della vodka alla fragola; 3 sorsi più tardi sono rincoglionito, rido per niente e insunuo che sia la stessa fragola ad avere effetti collaterali su di me.
La Domenica passiamo il pomeriggio in centro a Prato. Compriamo il regalo per Daria. La sera ci torniamo per un’imbarazza-mostra retrospettiva sui film di Stanlio&Olio. Vorrei fuggire ma resisto.
 
Lunedì esco con Leo, per fare shopping. La meta numero uno è il GOLD, compriamo entrambi una stilosa t-shirt venduta in una confezione di gelato. Qualche giorno più tardi ottengo un colloquio con Omar, l’ideatore del brand. La sera rimango a casa e guardo la prima parte del DIAVOLO VESTE PRADA, dormo, mi sveglio e guardo la seconda parte del DIAVOLO….passo la notte insonne.
 
E’ nuovamente martedì. Daria compie 22 anni, ma alle 23 siamo ancora in strada e dobbiamo cenare.  La pizzeria è deserta, noi ci abbufferemo come maiali e spenderemo ben 270 euro!!! Arriva il momento di consegnare e spacchettare i regali. Il telefono bocca che noi boys abbiamo comprato per la principessina Daria, è il regalo che più le piace.
 
Nei restanti giorni io lavoro fino allo sfinimento e nel tempo libero ci vediamo con gli altri per battaglie a playstation!
 
 
VIDEO N AIR "When The Stars Go Blue" by Ryan Adams

7 pensieri su “DEJA VUayeour…..

  1. Seeeeenti, considerando il fatto che tu sei ESSENZIALMENTE MIO, mi spieghi che c***o ci facevi con Mr. Minchia Quanto Sono Simpatico a Bologna?!?!? Guarda che ci metto poco ad arrivare da te per spezzarti le gambine!

  2. it adoro. sei unico! e lo voglio anche io un telefono bocca! ^_^
    a parte gli scherzi. TI ADORO! non si è capito? ma come fai a scrivere così .. così.. non so. sei entusiasmante! accattivante!
    mah.
    ti mando un bacio mentre spero di conoscerti un giorno. ma scusa? non si potrebbe fare davvero? cioè… magari a te non frega (anche giustamente) ma ti combino un appuntamento con andre e io faccio l\’infiltrata! ahah! scherzo dai. non detestarmi!😉

  3. Dopo che Carolina mi ha tanto parlato di te ho deciso di dare una sbirciatina al tuo blog.
    Devo dire che aveva ragione da vendere, il tuo è il blog più bello che ci sia! E\’ un piacere leggerlo.
    Kiss from Tiziana

  4. Chi ti rivendica, chi ti adora.
    La prossima volta che ti lamenti, saprò come ribattere alle tue catastrofiche affermazioni.
    Com\’è chiaro e come t\’ho detto tante volte, non hai null\’altro da far che buttarti e scegliere.
    Cmq, è proprio vero, leggerti è sempre un piacere.
    Anche io ti adoro, ma questo si sapeva già…potrei dire che sono gelosa di tutti questi tuoi fans…ma anche questo si sapeva già!
    uff….
    vabbè, amico mio, ti saluto, tanto scrivo solo stupiderie sparse!
    Ciao
    Un bacio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...