Il RAGAZZO delle CAUSE

MIK BACK in FLORENCE

Dopo aver
rimandato per giorni, non mi restava altro da fare che cercarmi un nuovo
lavoro;
così, con una borsa in spalla piena di curriculum e un portafogli semi-vuoto, giro Firenze con
lo stesso disimpegno col quale visitavo Manhattan una settimana fa
,
godendomi l’atmosfera di un
affollato pomeriggio primaverile e le vetrine piene zeppe di cose che avrei
voluto comprare.

No, non vi narrerò delle mie grandiose capacità di fare
acquisti con pochi euro
perché le uniche cose che mi sono concesso,
sono state un ottimo Gelato comprato vicino alla mia vecchia scuola e il nuovo
album di Tori Amos “American Doll Posse”.

Deluso dall’insuccesso
pomeridiano, mi sono diretto al supermercato per lasciare il 3° curriculum della
giornata e comprare una pizza per la serata che avrei trascorso da solo
,
esausto e pensieroso, guardando il film deliziosamente musicale
CHICAGO
e l’indie interessante
BABEL; Interrotti solo da una lunga e piacevole
telefonata con Alessio – il ragazzo delle cause.

PREVIUSLY
at miky’
s
Dopo alcuni
giorni e qualche incomprensione
, venerdì ricevo
un messaggio di Ale che mi chiede se mi va di vederci ed io, ovviamente accetto
.
Alle 16.00, sono dentro la sua auto, si accorge che sono strano e io non
nascondo di esserlo, cerco di abbozzare
una spiegazione e qualche attimo di silenzio dopo, lui cerca di spiegarsi
. Passiamo le successive tre ore a parlare e tutto è acqua
passata, ma quando arriva
il momento topico che
entrambi aspettavamo,
io mi blocco irrimediabilmente. Chiedo scusa ma non riesco a sbloccarmi. Eppure ero certo che quando sarebbe arrivata la persona giusta, sarei
riuscito a lasciarmi andare…

La sera ho bisogno di pensare ad altro così vado
a cena con Claudia e Angelica, otteniamo biglietti di ingresso gratuito al
cinema e vediamo “NUMBER 23” – ottimo script e cast
per un pessimo thriller. A tarda sera, ricevo
un’inaspettata telefonata di Ale, che mi chiama per assicurarsi che tutto vada bene.

Felice, non posso davvero chiedere di più. Se la sera precedente,
Claudia
cercava di rassicurarmi
dicendo che è sempre difficile lasciarsi andare le prime
volte – il giorno successivo,
Daniele, ipotizza come molti intorno a noi, che la mia
omosessualità
sia accentuata ma non reale e che da un momento all’altro io mi possa
inspiegabilmente
risvegliare dal torpore e
apprezzare pienamente le gioie della FOFFA
.

Non ho
spiegazioni plausibili ma so cosa voglio adesso.

GAYHOOD
of FLORENCE

Firenze
è una piccola città ed è
impossibile non incorrere in qualche
vecchia conoscenza
, specialmente se hai
trascorso i mesi precedenti a conoscere universitari gay disimpegnati
,
che hanno come unico scopo nella vita, viversela e farsi mantenere. Poco più
tardi di mezza notte mi incontro/scontro con Fabio.

Alcune ore prima…..Daniele mi chiama
dicendomi di voler andare in centro per bere qualcosa con Claudio e Aleandro,
anche Ilenia mi chiama per dirmi che arriverà in centro, alle 22 . Decidiamo di incontrarci al Rex Cafè, ma i
ragazzi non vogliono entrare e così in pochi minuti io ed Ile ci aggiorniamo a
vicenda sugli accadimenti più interessanti degli ultimi mesi.

Indecisi sul da farsi Io, Dany e gli altri
girelliamo un po’ prima di entrare al THE WILLIAMS, scorgo Fabio ad un tavolo situato fuori dal Pub – costretti ad
attendere Daniele che preleva al Bancomat – non ho
voglia di parlar con lui, perché sembra avermi visto e desiderare che io non
sia lì tanto quanto lo desidero io
. Entriamo e passiamo le 2 ore successive
a prenderci gioco dei pochi presenti nel locale: un mal vestito, una ragazza belloccia ma dalle movenze Lesbo, un
cameriere con le ascelle al sapor di morte e una cameriera incazzosa alla quale
abbiamo fatto sei diverse ordinazioni rateali
.

Poi di corsa a nanna.

9 pensieri su “Il RAGAZZO delle CAUSE

  1. Lo sai che non riesco a lasciare un commento che abbia un qualche senso?
    Di conseguenza, ti dico solo che questo post si faceva leggere che era una bellezza.
    Un bacione

    P.s. ma perchè non ti becco più su msn?

  2. Foffa viene eletta all\’istante la nuova parola hip del momento… FOFFA FOFFA FOFFA…Ahahahahah!!! Spettacolare!
    Mik prenditela comoda, se aspetti un mese d + nn cambia niente…mica è un trapianto di rene!!!
    In bocca al lupo per il lavoro. Ciau!

  3. Solo una domanda aleggia nella mia mente.. CHI E\’ FABIO????
    P.S.: Scusa ora che il Principe Fucsia ti offre la scarpa te scappi?? PAZZO!?!?

  4. Bhe si, FOFFA è la nuova parola d\’ordine coniata da Daniele. Siamo potenti insieme perchè tiriamo fuori vocaboli inappropriati ma perfettamente calzanti!Charlie, hai ragione non devo trapiantarmi un rene e quindi farò la scelta giusta al momento giusto ma so già cosa voglio, mi sto solo concedendo un pò di tempo perchè accada quando ha un significato e non solo un\’imbarazzante e godereccio SVUOTAMENTO. capisc?Tito, no, non scappo ^_^ figurati ormai il Principe Fucsia me lo tengo ben stretto….dovrà solo pazientare. E se vuoi sapere chi è Fabio, non devi far altro che fare un salto ai post di FEBBRAIO e capirai…ma è del tutto parte di un passato già annebbiato.^_*Vi, ti perdono per non aggiungere un commento corposo. BACIO^_*

  5. Viola ha proprio ragione, il tuo post si legge che è una bellezza!
    Come ti capisco per il lavoro…anche io è tanto che cerco-cerco-cerco e niente-niente-niente.Uff…ci vuole una pazienza!
    E come dico sempre a me stessa, NON TI SCORAGGIARE!Invece per quanto riguarda Ale…vedrai che è questione di tempo!
    Forse ti devi solo sbloccare e ciò non deve spaventarti…ho dei conoscenti che hanno affrontato gli stessi tuoi pensieri-paure-blocchi.
    Vai tranquillo, che tutto verrà da sè.
    p.s. spero non ti spiaccia se ti ho aggiunto tra i miei contatti su msn.. Ciao

  6. MIchele carissimo ho letto gli interventi precedenti e questo…l\’america raccontata da te fa venire voglia di andarci subito!!!!per il resto nn posso staccare un attimo gli occhi dal tuo blog..scrivi che è una meraviglia e mi piacciono un sacco le tue storie..come sempre ti dico di pubblicare tutto…..
    sei un grande ciauz come dici sempre te…..e mi accodo agli altri FOFFA FOFFA
    ciao ciao simone

  7. Cronaca davvero dettagliata di una bell\’avventura fiorentina.
    Speriamo bene per i vari curricula che hai lasciato :D
    JOIN MY PARTY NOW if you want YEAH!

  8. Credo che questo mondo non
    dovrebbe avere barriere di nessun
    tipo, i confini sono immaginari, non
    esistono muri o motivi per i quali
    dovremmo bloccarci, in questo mondo
    purtroppo non siamo tutti uguali ed in
    pochi pensano prima agli altri che a se
    stessi, in questo mondo si dovrebbe
    andare avanti grazie alle proprie capacità,
    senza raccomandazioni…..
     
    Con affetto ti auguro una serata serena piena
    di sorrisi….
     
    "ci vediamo all\’improvviso". Nico.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...