SOMEDAY I WILL BE YOURS

SAY BYEBYE NOT
GOODBYE

Finito di lavorare mi sono diretto con Daniele e Claudio,
a salutare Fabry e Silvia, che stanchi di Firenze
tornano a Torino, per conservare soldi utili per un viaggio-lavoro in
Autunno. Abbiamo, cenato, scattato foto
e sparato un bel po’ di cavolate. Per concludere la serata con quattro tiri al
pallone (ai quali io mi sono prontamente sottratto) nell’ampia piazza di Palazzo Pitti.

THE DAY JESUS DIED
Pensieri riaffiorano alla mente e i vecchi ricordi non mancano, sentendo note
familiari percorrere le cavità delle mie orecchie. Cerco di spostare il pensiero ad
altro, ma oggi neanche
Lui, sembra alleviare i miei timori. Prima che possa accorgermene Gesù, è nuovamente morto,
passato dalle mie incredule mani e versato
su di me il sangue del suo riscatto.
Poco dopo sono nuovamente il me stesso
che ho creato negli ultimi anni. Chiamo
Alessio, come promesso.

WHO WILL BE YOURS
Dopo 2 lunghe
settimane
, io e Alessio ci vediamo per la terza volta. Il tempo trascorso, sembra aver inspiegabilmente
accelerato i miei tempi di “cottura” e così, dopo le consuete quattro
chiacchere, esito nervosamente per poi lasciar uscire tutto quello che penso
dalla mia bocca. Gli spiego che vorrei seguire i desideri e incalzare il poco tempo che
abbiamo a disposizione, ma che non voglio si riduca ad una conoscenza
occasionale.
Non con lui. Esporsi
significa mettere le proprie carte in tavola, ma significa anche rischiare di
spaventare a morte chi si ha davanti – la sua calma mi coglie impreparato, intanto,
esita a darmi risposte dirette. Sbalzi di panico
affiorano ma li mette a tacere con ciò che speravo di sentirgli dire.
Le ore passano e la mezza notte sta per scoccare,
così come Cenerentola, Ale scappa con la sua carrozza per evitare
che si trasformi in zucca.
Non perde la
scarpetta…ma io non riesco a dargli il Kiss Good Night che vorrei. Solo più
tardi, scopro tramite sms, che sperava fossi io a trovare il coraggio per il
gesto eroico di baciarlo furtivamente per la prima volta.
Ho già voglia di rivederlo e mi sento
intrappolato in un sogno che temo possa finire prima ancora che abbia avuto
inizio. Ma per adesso, voglio rimanere
nella mia prima e vera “Wonderland
.

THE
SHOOT in NYC SET

La mia conoscenza con la cantante emergente Sheena Morris,
si trasforma in una collaborazione artistica nel quale io, Daniele e Claudia,
faremo di NY il set perfetto per le fotografie promozionali che userò per la
creazione della Cover Art del suo Cd-Booklet e del suo sito. Cross Fingers.

I NEED TO
VOMIT…YOU

Alcuni giorni fa, quella grandissima steroia
di Irene mi chiama per chiedermi di arruolarmi tra I boys che sfileranno a Palazzo Vecchio con gli abiti create
durante gli anni scolastici, inutile dire che la mia sete di successo unita al
mio nuovo scintillante aspetto, mi fa rispondere un immediato: Si
. Ma
sarò a New York e quindi non presenzierò all’evento. Decidiamo di vederci e
finiamo per uscire tutti insieme Io, Marty, Mirko, Ire e Iacopo l’ex-prof. Prima ci mettiamo in cerca di ombrellini cinesi a giro per
la CHINATOWN
fiorentina, dopo non averli trovati, ci rifugiamo all’IKEA per scattare foto
cretine (guardatele e leggete!) e poi all’ HANGAR per fare aperitivo. Ci
rimpizziamo a dovere e Ire, vuole sapere consistenti novità sulla mia vita social-sentimentale, ma quando le dico che ho conosciuto un
ragazzo che mi piace, lei inizia una scenetta consecutivamente interminabile in
cui inscena conati di vomito per poi aggiungere un falso “no, dai scherzo,
voglio che tu sia felice”.
Se
all’inizio rido, a fine serata sono esausto perché a mimare i conati di vomito
c si mette scherzoso anche Iacopo, così mi abbuio.
Durante la notte, faccio
inspiegabilmente sesso con Irene, nei miei sogni. Mi sveglio confuso.

3 pensieri su “SOMEDAY I WILL BE YOURS

  1. Ciao…spero presto di vedere sito e booklet di Sheena Morris (ovviamente per vantarmi di conoscere il tipo che li ha creati!😛 )…e di leggere del tanto sospirato kiss sul tuo blog (stà cosa fa molto "aspettare che i due tipi fatti per stare assieme dall\’inizio della pink comedy finiscano per amoreggiare e chiudere il lungometraggio con l\’immancabile happy end".)
    Mi hai ricordato che muoio dalla voglia di andare a comprare qlcosa di inutile  all\’Ikea…coming soon nella mia angusta stanzetta.
    Bacissimi :*

  2. Ciao, ma chi non vorrebbe un MIK BOY-TOY!! Dove posso acquistarne uno? Tornerò a visitare il tuo sito per vedere come prosegue la vicenda social-sentimentale…Passa dal mio space se ti va!!..Torno presto a sbirciare, ciao ciao!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...