NOBODY WANTs TO BE LONELY

THE
WHITE EMO PANTS FIGHT

Mea-Culpa per aver trasformato Daniele in uno shopping
dipendente. Venerdì, ci siamo diretti all’Outlet per rovistare tra le rimanenze
e scovare cose economiche e carine da comprare. Da almeno 2 mesi decantavo i
MUST – in fatto di abbigliamento, della stagione in corso; ossia:

1-Gilet 2-Pantaloni
Emo Bianchi
3-Bretelle 4-Salopette

Così quando ci siamo trovati davanti un
paio di jeans da 20€ bianchi, non è stato difficile decidere chi dovesse
averli. Spinto da un senso di misericordia ho chiesto alla commessa se ce ne
fosse un altro paio per Daniele e lei tira fuori dei veri “
EMO-BIANCHI”. Daniele abbandona l’ordinarietà per accogliere nel suo
guardaroba i pantaloni che desideravo. Immaginate che nervi!!!

Preso dalla depressione mollo i miei e
continuo il giro per cercarne un altro paio.

Solo più tardi, ho preso
quelli che avevo provato, nonostante fossero larghi….la sarta ha fatto il
resto. Intanto, al centro commerciale I GIGLI c’era stato un allarme pacco-bomba,
alcuni negozi erano chiusi ma molti dei clienti al suo interno, continuavano il
pellegrinaggio ignari che a pochi metri un ordigno sarebbe potuto
esplodere. Annunciato il non pericolo, io e Dany, siamo entrati e abbiam fatto
un giro. E’ stato lì, che inaspettatamente ho beccato la GIADA.

La sera
Cena a casa di
Fabry e Silvia, che ovviamente avevano ben dimenticato che io e Daniele non
consumiamo Panna e pesci vari, e ci hanno servito delle penette con “Panna
& Gamberetti”.

NICE TO MEET U AGAIN
Durante l’ora di lavoro,
becco le due Sare che avevano frequentato con me (anche se io ho mollato dopo
sei mesi) la scuola superiore per “GRAFICO PUBBLICITARIO”. Entrambe fidanzate e
con un’esistenza quasi-stabile. Entrambe si ricordavano dei miei disegni Manga
e di quanto fossi un vero FREAK-show ambulante. Alcuni degli altri sono andati
in missione di pace, qualcuno è attualmente nei clan mafiosi, un paio delle
ragazze sono madri a tempo pieno e qualche altra trova perfino il tempo per
entrare ed uscire dalla comunità per aver fatto abuso di cocaina prima, durante
e dopo la maternità…..Oserei dire che mi è andata molto meglio…..

THE MARTY FESTY
Non sentivo la
Marty
da giorni e a dire il vero, mi ero preoccupato. Fino a quando, Lunedì sera, non è venuta a
trovarmi a lavoro e mi ha aspettato fino alla chiusura per mangiare qualche
dolciume insieme e parlare fino alle 2 di notte. La mattina seguente super-giro
di shopping economico. Inutile dire che
Zara, aveva una camicia a 7.90 e un Gilet a 14.90 che ho
comprato.
Super-Cheap.
La
Marty

sconsolata per lo scarso successo di acquisti si è avventata su un paio di
scarpe NIKE, che avrei voluto anche io!

THE DATE
Dopo ore trascorse al telefono stava per arrivare
il momento in cui ci saremmo visti. Immobile e un po’ intimorito ho atteso,
alla stazione, che arrivasse. Nella folla, scorgo Alessandro che saluto e mi
sciorina nozioni della sua ultima settimana trascorsa in compagnia di un’ amica
mollata dal fidanzato, per poi
continuare incomprensibilmente ad intimarmi di trovare del tempo da trascorre
insieme “almeno” come amici. Non capisco, ma non so se mi importa veramente.

F. è in ritardo di ben 45 minuti, così mi sento
costretto a valutare quanto sia stata un ottima idea tentare ancora una volta
un approccio diretto dopo una conoscenza indiretta. Mi rammarico, mi dispero e
poi mi dico che al massimo sarà solo un’uscita.
Eccoci qui, faccia a faccia a scambiare quattro
chiacchere e numerosi silenzi dietro al tavolo di un disimpegnato McDonalds –
consumiamo il nostro cibo e abbozziamo qualche discorso per sentirci meno in
imbarazzo. Ma scopro che sono l’unico dei due che si sente in imbarazzo.

Indecisi sul da farsi,
facciamo un interminabile giro per andare a bere qualcosa allo Zoe, senza però
riuscirci e in tutti quegli estenuanti minuti di ricerca di un parcheggio, io
continuo a chiedermi “perché sono qui?”. Probabilmente quando mi trovo realmente
a fare i conti con la mia sessualità, mi spavento a morte e ritratto tutto,
ponendomi domande e dubbi sulle poche scelte fatte fino ad adesso. Sono
realmente gay? Oppure ho solo paura delle Donne?

Non
riuscendo a trovare un posto per l’auto, optiamo per dirigerci al piazzale
Michelangelo (ideale locazione per coppiette); Ma no, a differenza di quello
che si possa pensare, non è accaduto niente altro che chiacchere..abbiamo
parlato e come al solito, ho tentato di spiegare le mie sensazioni come un “noiosissimo”
libro aperto. Parliamo, parliamo, parliamo e parliamo. Solo le nostre mani si
sfiorano lentamente.

Ho la terribile sensazione di essere
mortalmente noioso e i suoi silenzi – che sostiene, essere consueti e naturali
– mi spiazzano continuamente. Mi accompagna a casa. Ci salutiamo con uno
“stampo” e chiudo dietro di me la portiera della macchina. Ci sentiremo ancora?
Non so. A dire il vero, non so nuovamente niente.

Ed io mi chiedo, il titolo del VIDEO ON-AIR suggerisce “NOBODY
WANTS TO BE LONELY
”, vale anche per me? Voglio veramente NON essere più solo?

3 pensieri su “NOBODY WANTs TO BE LONELY

  1. Caro Miky…eccomi qui…le scarpe ancora non le ho messe, ma presto faranno il loro ingresso in società. In quanto a te le domande che ti poni mi portano ancora a sostenere la "tesi" che ti dissi poco tempo fa davanti ad un Big Mac…La sessualità fa paura soprattutto quando le domande arrivano al momento sbagliato. Ci vorrebbe la curiosità sfrontata di un adolescente, ma con responsabilità…non so possono andare d\’accordo…ma perchè non tentare? Baci baciosi…Marty

  2. sfido a trovare qualcuno che dopo il primo appuntamento non si sia sentito un imbecille che non ha fatto altro che sparare minchiate.
    E\’ NORMALE.
    Com\’è normale sentirsi in imbarazzo e soprattutto sentirsi "l\’unico dei due in imbarazzo".
    Non vedo l\’ora di vederti vestito con patalono bianchi, camicia, bretelle e gilet in puro stile "Arancia meccanica".
    Adorabile e molto sexy!
    Devo suggerire questo look a qualcuno di mia conoscenza!!!!!
    A presto Miky
    Un bacio

  3. secondo me sei simpatico. E poi nn noioso. E se quel deficiente con cui sei uscito nn vuoe ri-uscire con te è proprio un deficiente.
    ciao ciao -Lara- (futura signora Vaporidis)
    ps:vedi di rubarmi Nik !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!(nicolas)..ciao ciao
    pps:quando le metti le altre foto sue????? ti pregoooooooooooooo … lo so k sono una stra-rompi-scatole-A.M. (Adolescente Mestruata) xò ti pregooooooooooo nn vivo senza nik…bye bye

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...