Depression Made Me Do It!

DEPRESSION MADE ME DO IT
Solo oggi, mi sono reso conto del fatto che la depressione
è tornata a bussare alla mia porta mentre mi fingevo occupatissimo tra vita
mondana, shopping e qualche incontro del tutto irrilevante.

Sto affondando nuovamente in un baratro toccato molte volte e dal
quale sono sempre miracolosamente risalito. Pur facendo il punto della
situazione, sento solo la necessità di fuggir via e come dice Daniele, citando
RadioFreccia : “fuggendo altrove, si scappa solo da noi stessi” ( o qualcosa del
genere).

Adesso ho solo bisogno di una
pausa da tutto e da tutti. Erano mesi che dicevo di essermi perduto, ed ecco
dove sono finito. Per molti sarà l mio ennesimo periodo di autocommiserazione…per
me è una riscoperta di chi realmente è Michele.

Dovrei studiare ma non ci riesco, ma quando la tristezza mi si
avvinghia addosso riesco a creare, visitate le
NUOVE foto e date un occhio a ciò che DEPRESSION MADE ME DO IT.

Un bacio a Ilenia, che se pur non
leggerà è sola soletta nella Grande Mela!

6 pensieri su “Depression Made Me Do It!

  1. Ehi Mighèè!?! Che mi stai ggiù? Sai ultimamente (cioè per gli ultimi 15 anni) anch’io mi sn sentito “depresso” e dopo averci convissuto per tanto tempo ho cercato di dare un senso a qsta espressione e sn arrivato alla ragionevolissima (hihi!…) conclusione che trattasi nn di una forma patologica bensì di un ripiegamento di sé stessi sulla propria coscienza per sfuggire ad incombenze sgradevoli o a questioni irrisolte, come se ci si nascondesse in uno stanzino angusto, buio e fetido pur di sfuggire, ad es, ad un pranzo col parentado. Ed è prp grazie alla natura scomoda e sgradevole di qsto luogo che riusciamo a celare davanti al nostro giudizio l’indolenza e l’invitante languore impliciti nell’abbandonarsi a certa amarezza. Ma come hai detto anche tu, solo in queste occasioni, prp ripiegandosi profondamente e dolorosamente su noi stessi, ci riscopriamo e ci compiacciamo di qsta ritrovata intimità che l’oscurità dilata e penetra. Attento solo a nn diventarne dipendente.
    ALLORA?! PIACIUTA LA SBOBBA?!? Ahah! Se nn alzi le chiappe e studi t prendo a ceffoni!
    Fatti sentire se vuoi fare due parole. Charlie

  2. belle le nuove foto!…poi per una fanatica delle felpe come me!!!
    e poi beh…so cosa senti.Qui il tempo é grigissimo, la casa nuova é solo un modo di dire perché cade a pezzi e passo tutte le mie pause pranzo con Vincy a scambiarci "esperienze depressive"…oltrettutto anche un altro Andrea se ne andato dal lavoro…e la scrivania vicino alla mia é desolatamente vuota…la prossima settimana se ne va Vincenzo…e sono depressa,triste e a terra come non lo ero da tempo…o semplicemente da un po lo riuscivo a mascherare….non lo so,fatto sta che mi vedo malissimo,mangio malissimo e vivo peggio…barcellona é bella e meriterebbe una Andrea piú in forma!!!Questo fine settimana si esce…a perdere l\’ennesima occasione?…o forse no?…
    …un bacio grande!!!!!
     
    -andre-
     
    PS:il mio invito non é uno scherzo,anche se per un "NATURAL BORN GLITTERS" la mia casa potrebbe essere orrorosa…beh dai,magari ti ispira qualche foto😉

  3. Depresso??? ma no!!! "Stammi Up!" (come diceva Crozza in "Tutti gli uomini del Deficiente")
    Passa sul mio blog e tirati un pochetto su
    Una cordiale pacca sulla spalla
    Gian

  4. tesoro….non dire così….innanzi tutto ciao e auguri!!!!non ho avuto il pc per molto tempo e ora sono tornata!! Miki non ti far prendere dalla tristezza. Fallo per me. Fallo perchè anche il mio ciccio come sai sta tanto male con la depressione e nonostante tutti i miei sforzi da circa tre settimane è ripiombato nel baratro. E di nuovo va tutto male. Non essere triste,non lasciare che questo brutto male prenda il sopravvento perchè un domani potresti incontrare una persona come me,se un po\’ mi stimi,che chieda soltanto di volerti bene e tu scoraggiato potresti respingerla e farla soffrire. La vita dà a noi tutti la seconda possibilità per essere felice, figurati se non arriverà la prima!!Ti voglio tanto bene,davvero,perchè mi hai spronato quando tutti mi dicevano di fermarmi e sei stato una candela accesa quando tutte le altre luci sembravano spente.

  5. Beh sempre continuando nella citazione di Radiofreccia aggiungo: "Da te stesso non riesci a fuggire neppure se sei Eddie Merckx". Però devo ammettere che anch\’io ho una gran voglia di levarmi da questa monotonia, ma c\’è sempre un parte di me che ha paura di farlo. Paura di che poi un lo so…
    Vabbè ciao bionda… ci si becca domani

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...