FACE TO FACE with VICTORIA VOX

Questa era la mia prima intervista faccia a faccia.

Munito di tutto ciò di cui avevo bisogno e dopo ore di preparazione per le domande in inglese, siamo arrivati con il solito ritardo – a causa di Daniele – che però sosteneva tutti i giornalisti debbano farsi attendere. Ero molto emozionato, non perché mi apprestassi a conoscere un’icona ma perché non sapevo affatto chi avrei avuto davanti.

 

Arrivati in Piazza dell’ Indipendenza, non è stato facilissimo individuare Victoria tra le numerose persone che girellavano per il mercatino delle pulci domenicale. Ma poi eccola lì, in attesa, seduta sugli scalini di quello che sarebbe stato il suo palco per una sera.

 

Il suo volto tranquillo mi ha comunicato serenità. La mia ingle-dislessia acuta , però, mi ha giocato brutti scherzi facendomi fare qualche casino con le domande. Sapevo già, che sarebbe andata così, perché l’inglese lo parlo e direi bene, ma quando devo parlarlo con persone di madrelingua vado nel panico perché temo di sbagliare  ed è proprio quello che succede.

 

Tiro fuori il mio registratore per non rischiare di dimenticare tutto ciò che lei mi dirà; e REC.

Abbiamo parlato della sua musica, del motivo per cui scrive e suona, dei suoi miti, dei suoi album passati e quali sono i suoi obbiettivi. Con totale serenità mi ha raccontato della sua passione e del motivo per cui desidera fare musica. Concluse le poche domande che avevo preparato, lei mi ha regalato un EP che io, le ho chiesto di firmare.

 

Firenze era ancora illuminata dalla luce del sole che si apprestava a scomparire e così abbiamo deciso di fare qualche foto prima che fosse tardi. Senza nessuna particolare pretesa Daniele, ha scattato, poi abbiamo salutato Victoria e ci siamo diretti a mangiare qualcosa.

 

Nient’altro che McDonalds.

 

Siamo arrivati tardi all’inizio della sua sessione musicale – un vero peccato.

Munita del solo Ukulele che portava con se, ha suonato e cantato. Ha interpretato estremamente bene cover come “Psycho Killer” e il sempre verde “Somewhere Over The Rainbow” per poi abbandonarsi a qualche suo personale successo.

Munita di una straordinaria umiltà ha suonato la sua musica. Attorno a noi non c’erano molte persone ma sapevo che tutto ciò rendeva quel momento unico.

 

clikka qui per leggere l’intervista su MEonSPLINDER

o visitat il sito fucciale di VICTORIA VOX

4 pensieri su “FACE TO FACE with VICTORIA VOX

  1. miky… tu non sai cosa stai dicendo…. e non rispondo solo perchè ti sono amico e credo nella libertà di pensiero…. Ti dico una cosa sola…  LA BRITNEY NON SI TOCCA!!! DAVVERO… MI URTA COME COSA… Xè DAVVERO… NON LA CONOSCO MA LE VOGLIO BENE…  è stupido ma è così… è da anni che la seguo e mi sembra una mia compagna di adolescenza…. con questo dico che non è successo nulla!!! ciao bello!!!
     
    x il secondo post: eh eh… c\’ho lo so!!! x dirlo alla retrocessi!!! di certo non sono un fan di ashlee anche se 2 canzoni non mi dispiacciono… quando dico che sotto il lato musicale sono a 360 gradi intendo questo… ciaoooo. ps bel video!!! w cindey lauper

  2. Belle foto, peccato per l\’intervista!!! Ah, ah scherzo! Cmq mi sono divertito è il primo lavoro che facciamo assieme e spero ne faremo altri.

  3. Prendi queste esperienze come una sorta di viaggio professionale e passionale attraverso il tempo, attraverso gli anni della tua vita. Sia che tu riesca a fare di questo il tuo mestiere, sia che rimanga una pura passione, costruirai un album di ricordi e di persone, che faranno parte della tua ricchezza……
    Un beso Mik, Giovi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...